Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare accetti implicitamente l'uso che facciamo dei cookie.  Leggi la Privacy Policy

Prima pagina

Chi siamo

Contatti

Nido d'infanzia

Scuola dell'Infanzia

Collana Qualinfanzia

Scuola Primaria

Ordini

Condizioni di vendita

Mailing list

LInks

 

    

TE NE DICO DI TUTTI I COLORI  

Riflessioni e percorsi didattici per un'educazione interculturale. Guida didattica di Andreina Bergonzoni - Euro 19,00. Formato cm 15x21

ISBN 978-88-87878-29-5

Un progetto per cominciare da noi. Da noi adulti, insegnanti, educatori, operatori scolastici. Per cominciare a comprendere l'intercultura. Il testo propone una rapida, chiara ed appassionata narrazione delle ragioni per le quali è ineludibile oggi pensare la scuola (a partire dalla scuola dell'infanzia o meglio dall'asilo nido) come ad un laboratorio di sviluppo culturale intriso di teorie e di pratiche interculturali. Peraltro va sottolineato come la scuola dell'infanzia per la sua stessa configurazione istituzionale risulti essere indubbiamente la più avvantaggiata perché facilmente riadattabile, la meno rigida, la più aperta all'interazione con i genitori e con l'esterno. Scuola più aperta alla sperimentazione di formule innovative, a modelli relazionali più duttili, a stili comunicazionali più flessibili. E le proposte per una progettazione aperta, flessibile, ricca, originale e suggestiva non mancano certo. Itinerari formativi che vanno a sostenere l'idea di una educazione interculturale non riconducibile ad un'attività specifica o aggiuntiva, ma che si rivolgono ad una prospettiva di interazione, di integrazione, di interdisciplinarità con tutti i campi del sapere, con qualsivoglia esperienza di ricerca. Proposte che si rivolgono sia al cognitivo dei bambini che all'emozionale, in una serie di viaggi tra la fiaba, il fantastico, l'immaginario, la creatività, il gioco, la musica, il colore, in un susseguirsi di invenzioni ricondotte alla scientificità dal lungo, paziente e raffinato lavoro di ricerca e formazione che l'autrice conduce da tempo. Qualità che, unite alla felicissima vena narrativa oltre che pedagogica, rendono la lettura del libro una inconsueta, piacevole scoperta.